Se l’amore dev’essermi negato

di Rabindranath Tagore*

Se l’amore deve essermi negato,
perché il mattino spezza il suo cuore
in canzoni, e perché questi sospiri
che il vento del sud disperde
tra le foglie appena spuntate?

Se l’amore deve essermi negato,
perché porta la notte, in dolente
silenzio, la pena delle stelle?

E perché questo folle cuore
getta sconsideratamente la speranza
su un mare la cui fine non conosce?

Image for post
Image for post

*Tagore, Rabindranāth — Poeta, drammaturgo, musicista e filosofo bengalese (Calcutta 1861- Śānti Niketan, Bolpur, 1941). Considerato una delle figure più rappresentative dell’India moderna, si fece portavoce di un messaggio di armonia universale che valica i confini tra razze e popoli. Tra le sue opere più note Gītāñjali (1912; Gitanjali. Offerta di canti, 1914), e Śiśu (“Il bambino”, 1913). Nel 1913 ricevette il premio Nobel per la letteratura, il primo non occidentale.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store